Imprese: accordo tra Unimpresa e Apsp sui pagamenti elettronici

Favorire lo sviluppo, la formazione e la conoscenza di tutti i servizi di pagamento digitali. E poi: scambi di informazioni, partnership nello sviluppo delle tecnologie e l’organizzazione di incontri tematici e tavole rotonde su problematiche relative ai pagamenti elettronici. Questi gli obiettivi del protocollo di intesa siglato oggi a Roma tra Unimpresa, organizzazione che raccoglie oltre 110.000 imprese italiane e internazionali, e l’Associazione Italia Prestatori di servizi di pagamento. A sottoscrivere l’accordo, i presidenti di Unimpresa e Apsp, Giovanna Ferrara e Maurizio Pimpinella. L’intesa tra fondamento dal fatto che, nonostante la diffusione e l’uso sempre maggiore delle carte, sul fronte dei pagamenti elettronici l’Italia è ancora indietro rispetto al resto d’Europa. Si calcola che ogni italiano, infatti, faccia mediamente 21,6 operazioni con carte di pagamento l’anno, meno della metà della media europea dove la media annua si attesta a a 50,5 operazioni. Per colmare questo gap e favorire un maggior uso di questi strumenti rispetto al contante, è necessario diffondere una cultura dei pagamenti digitali innovativi.

 “L’intento di entrambe le associazioni – ha detto Giovanna Ferrara – è favorire l’avvento del digitale in un settore fondamentale per la vita del Paese e incentivare sempre più l’uso del denaro di plastica”.

“Unimpresa è una realtà sempre più consolidata. E questa è la ragione principale che ha spinto l’Apsp verso una collaborazione strategica – sottolinea Maurizio Pimpinella – perché non esiste rivoluzione digitale senza un ecosistema all’avanguardia di pagamenti elettronici. Apsp condivide con Unimpresa intenti e visioni, che si concretizzeranno in progetti a tema digitale in una molteplicità di settori. E gli esempi di benefici derivanti dal digitale sono numerosi in ogni comparto. Quindi – conclude il presidente di Apsp – il nostro impegno nasce dalla volontà di contribuire all’unisono all’evoluzione della cultura dell’innovazione, al fine di stimolare la crescita del paese dando impulso, sia a livello pubblico che privato, ad ogni attività ed iniziativa finalizzate all’informazione e alla divulgazione su vasta scala della digital economy. Inoltre l’accordo siglato è molto importante per tutti gli associati dell’Apsp che possono dare un valido contributo a quelli di Unimpresa”.

a cura dell’Ufficio Stampa Nazionale